Il mio nome è Arianna e sono nata a Roma, nella primavera del 1999. Adoro la buona musica e la mia stagione preferita è l'estate, soprattutto davanti a una bella birra ghiacciata. Sono cresciuta, per fortuna o per disgrazia, passo passo con l'avvento di internet sui dispositivi elettronici, cosa che mi ha permesso di raggiungere fin da bambina posti inimmaginabili, per me fonti di crescita e di creatività: sono infatti amante del disegno e ancor di più di anime e manga, che mi accompagnano dalla tenera età di 7 anni. Il mondo dell'animazione mi permette di volare con la fantasia e di vivere nel mondo che vorrei, caratteristica che persino ora che sono più adulta non mi ha abbandonato. Per questa ragione, nel corso degli anni ho visto un numero folle di anime, fra i generi che preferisco ci sono shonen, shojo e isekai. Inutile dire che la mia lista è in costante aggiornamento, non vedo l'ora di poterla ampliare ancora, perciò mi sono detta, perché non scrivere qualche bella recensione intanto per aiutarvi a capire quale anime vi rispecchia di più? Eccoci arrivati quindi al mio più forte scopo vitale: la divulgazione! (•̀ᴗ•́)و

Kill la Kill i cinenauti recensioni film serie tv cinema

KILL LA KILL

KILL LA KILL

“Kill la Kill” è un anime che segue Ryuuko Matoi, una studentessa in cerca dell’assassino di suo padre. Alla Honnouji Academy, Ryuuko scopre le “Goku Uniforms”, divise che conferiscono poteri speciali agli studenti. Utilizzando l’uniforme vivente Senketsu, Ryuuko combatte contro gli studenti di Honnouji e affronta la presidentessa Satsuki Kiryuuin per scoprire la verità sulla morte di suo padre e smascherare un complotto più ampio. L’anime è caratterizzato da azione, intrighi e rivelazioni scioccanti.