Violent shit Andreas Schnaas i cinenauti recensioni film serie tv cinema

VIOLENT SHIT

VIOLENT SHIT
(Andreas SCHNAAS, 1989)

Violent Shit, ovvero quando un titolo è esso stesso metafora calzante del valore del prodotto. Un horror ultragore a bassissimo budget talmente brutto da essere diventato un cult. Un seriel killer con una mannaia gira per un bosco massacrando tutto ciò che trova.

SEXUAL PARASITE KILLER PUSSY i cinenauti recensioni film serie tv cinema

SEXUAL PARASITE: KILLER PUSSY

SEXUAL PARASITE: KILLER PUSSY
(Takao NAKANO, 2004)

Cinque giovani finiscono per caso in una vecchia struttura abbandonata in un bosco e si imbattono in un terribile parassita annidato nei genitali della padrona di casa… Takao Nakano ci serve sul piatto un delirante horror erotico (o porno soft core), splatter e ridicolo come solo il Giappone sa partorire.

Antropophagus i cinenauti recensioni film serie tv cinema

ANTROPOPHAGUS

ANTROPOPHAGUS
(Joe D’AMATO, 1980)

Antropophagus (1980), diretto da Joe D’Amato, è un film horror italiano che si inserisce a pieno titolo nel filone del “cannibal movie”. Girato con un budget ridotto, ha saputo suscitare scalpore per le sue scene di violenza estrema, che lo hanno reso un cult per gli appassionati del genere. Un gruppo di turisti approda su un’isola dell’arcipelago greco ma ad aspettarli non trovano ciò che credevano.

Rape zombie lust of the dead i cinenauti recensioni film serie tv cinema

RAPE ZOMBIE: LUST OF THE DEAD

RAPE ZOMBIE: LUST OF THE DEAD
(Naoyuki TOMOMATSU, 2012)

Un’inspiegabile epidemia colpisce il Giappone e trasforma gli uomini in zombie stupratori assetati di sesso, quattro ragazze cercano di sopravvivere con tutti i mezzi a loro disposizione, riusciranno a salvarsi? “Rape Zombie: lust of the dead” non è solo un j-horror porno gore diretto da Naoyuki Tomomatsu ma una vera e propria denuncia sociale.

Vampire Girl vs Frankenstein Girl i cinenauti recensioni film serie tv cinema

VAMPIRE GIRL VS FRANKENSTEIN GIRL

VAMPIRE GIRL VS FRANKENSTEIN GIRL
(Naoyuki TOMOMATSU, Yoshiro NISHIMURA, 2009)

Vampire Girl vs. Frankenstein Girl è un film horror-commedy gore nipponico del 2009 – diretto da Naoyuki Tomomatsu e Yoshihiro Nishimura e basato sull’omonimo manga del 2007 di Shungiku Uchida – che mescola splatter e umorismo nero in una bizzarro triangolo amoroso tra due ragazze e un timido protagonista: la vampira Monami e la Frankenstein Keiko si scontrano per conquistare il cuore di Mizushima, dando vita a una battaglia sanguinosa e grottesca.

Flesh Meat Doll(s) i cinenauti recensioni film serie tv cinema

FLESH MEAT DOLL(S) (corto)

FLESH MEAT DOLL(S) (Corto)
(C. Huston, 2016)

15 minuti di sesso reale con una coppia di cadaveri (non reali)… questo è “Flesh meat doll(s)” di C. Huston che già nel titolo ribadisce la centralità della carne. Carne come corpi smembrati fatti di carne, carne come desiderio carnale incontrollabile, carne come sangue, dolore, lacerazione, autolesionismo…

L'ultima casa a sinistra 1972 i cinenauti recensioni film serie tv cinema

L’ULTIMA CASA A SINISTRA

L’ULTIMA CASA A SINISTRA
(Wes CRAVEN, 1972)

Era il 1972 quando Wes Craven esordisce nel mondo del cinema con L’Ultima Casa a Sinistra – film che si muove tra thriller, revenge movie ed horror – che, grazie alla sua efferatezza e crudeltà, diventerà un cult indiscusso e fonte di ispirazione per altre pellicole del genere. Una coppia di ragazze viene rapita da una banda di malviventi che le violenterà ripetutamente fino ad ucciderle ma il karma ha in serbo per loro un destino analogo…

Visions of suffering i cinenauti recensioni film serie tv cinema

VISIONS OF SUFFERING (Versione Originale)

VISIONS OF SUFFERINGVISIONS OF SUFFERING (Versione Originale)
(Andrey ISKANOV, 2006)

Film folle e psichedelico questo Visions of Suffering (versione originale) diretto dal regista russo Andrey Iskanov nel 2006, un opera cinematografica oscura che sfida le convenzioni tradizionali del cinema. Caratterizzato da un forte surrealismo e da una narrazione non lineare, il film si erge come un’esperienza estetica disturbante e profonda, trasportando il pubblico in un viaggio catartico di sofferenza sia fisica che psicologica.

i cinenauti recensioni film serie tv cinema 1334

1334 (corto)

1334
(Nico B., 2011)

Se hai trovato disturbante ed ermetico il corto “Pig” di Rozz Williams non resterai sicuramente imperturbabile davanti a “1334” ovvero il suo sequel, diretto sempre da Nico B, molto meno folle del suo predecessore ma comunque alquanto pesante poichè mette in scena nella parte iniziale il suicidio di Rozz e successivamente le conseguenze che quel gesto ha avuto su chi gli era vicino. Se sei sensibile a temi quali il suicidio, evita di guardarlo.